martedì 13 ottobre 2009

ilbimbodelmioprof

certo che vedere il proprio professore alle prese con un bimbo è proprio strano. se poi quel prof è il tuo preferito, quello che insegna la materia che adori da quando eri bambina, se è pure quel prof che è distratto, pasticcione ed imbranato, innegabilmente sognatore e romantico, e lo guardi tener abilmente testa ad un angioletto di due anni e mezzo, biondo biondo, con quegli occhioni azzurro chiaro che mi hanno descritto. certo che vederlo rincorrerlo perché mi ha rubato il bastone bianco, spingerlo su una giostra che gira e poi prenderlo in braccio e mostrarlo al mondo come un trofeo, è una cosa spettacolare. ti fa un effetto strano, vedere quell'uomo che dietro una cattedra sembra sempre il prof disastro, quello che è tra i più giovani e che ogni volta che gli parli ti viene da ridere. mi strappa sempre una risata, vederlo giocare con quel cucciolo biondo, anche se non lo vedo, lui mi descrive cosa fa. fa anche una certa impressione, perché quel prof ti sembra tanto distratto e smemorato, quando lo vedi attento e paziente. ma la cosa più bella è quel tono che usa il mio prof quando parla a lui o parla di lui, quando trasmette a tutti l'amore incondizionato ed immenso che ha per quel bimbo. lo so, è un post smielato, ma mi vengono dal cuore queste parole.
e poi, sembrano bimbi entrambi, guando la moglie del prof, una ragazza dolissima li rimprovera odlcemente, eppure dentro di se ride divertita.
e soprattutto, ultima smielata, quando vedi che il bimbo vuole un bene al suo papà, gli corre in contro con un sorriso adorabile, gli getta praticamente le braccia alle ginocchia, perché al collo non ci arriva. quando gli corre addosso, sbattendo il mmio bastone bianco da tutte le parti, quando ride e quando gioca insieme a lui.
basta! verranno le carie!! a tutti gli adolescenti di cui faccio parte anchio, se mi leggete, non pensate che io sia melensa, ma a volte queste cose vanno gettate su carta.
altre news? ah si, oggi la prof di francese ha fatto una gaffe del tipo: cecilia, descrivimi l'immagine.

Nessun commento: