martedì 6 ottobre 2009

recensioni

il mio intento in questo post, che sar$ chilometrico, è raccogliere le recesnioni dei libri che ho amato. le mie recensioni, ciò che i hanno donato ed un voto complessivo di questi libi, vabbé che saranno voti altissimi, perchéscirvo le recensioni dei libri che amo di più.
tralascio gli harry potter, va scritto un post a parte.
la compagnia dei celestini, stefano benni.
non mi imbattei per caso in questo libro: benni era già allora fra i miei autori preferiti, ne ammiravo la capacità di fa ridere le persoone. questo romanzo, invece, mi ha catturata non solo per l'ironia, l'arguzia e la sagacia, ma anche per il spaersi inventare un universo parallelo, eppure con i nostri elementi: la gladonia, in cui è ambientato il romanzo, è l'Italia, molti dei personaggi sono i ppolitici, la Pallastrada è il calcio, rigolone marina è rimini.
eppure, arricchendo la trama di elementi fantastici, quali bambina di nebbia, ma anche assurdi, come il scendere in un tubo di rifiuti, non potete capire se non avete letto il libro. poi, i personaggi, tutti estremamente diversi, che non annoiano mai, tutti orfani e soprattutto, tutti, molto simpatici. poi ci sono personaggi che non si amano, ma la simpatia è innegabile. la simpatia che onn è il contrario dell'anipatia, è una crisma, una grinta e la voglia di ridere mescolata a qualcosa che solo questo romanzo ti ha spauto donare.
voto: 10 e lode
la casa degli spiriti, isabelle allende
fu il mio primo approccio con una delle scrittrici per me più ambigue, eppure questo è il romanzo che amo di più della allende, un libro magico. questo libro risucchia tutto, amore, magia e storia, guerra, ed anche a volte l'ingannol la paura ed il terrore
ma è un libro stupendo, all'inizio lento e distratto, perché visto negli occhi distratti di Clara,, una ragazza che gira per casa come un angelo diafano,un misto di distrazione e bontà.
poi, il libro si fa via via più schietto, dapprima dagli occhi romantici ma concreti di Blanca, poi dagli occhi crudi e diretti di £Alba. e poi, tutto è una magia, tutto sa dell'aroma della storia, è un libro che ti cattura e ti porta in mille paradisi diversi, ogni senso è inebriato: l'olfatto con l'odore delle spezie, l'udito con il dolce suono del pianoforte di clara, la vista non lo posso dire, il tatto con le morbide sete della stoffa ed il gusto con le squisitezze che prepara la nana.
voto: 10
il miniaturista, Ventrease Richman Brenda (mi sembra che si scriva così)
lessi l'apprezzamento di una blogger, e me lo andai a cercare. me lo lessi in un fiato, ma non riuscivo a staccarmene. la storia è compelssa, forse non proprio psicologica, ma veramente complicata, mille sfaccettature, ogni personaggio appare avvolto in un aura, chi di leggenda e fantasia, chi di solitudine, chi di nobiltà, o chi, come alfred, di una cortina di fumo e di birra dozzinale.
non posso narrare niente di questo libro, toglierebbe la sorpresa, ma è veramente un romanzo sutpendo, ancora meglio ella casa degli spriti, un libro che ti riempie tutta e da cui proprio non ti senti di separartene.
voto: 10
cime tempestose.
uno dei grandi classici, da sogno, tomrentato e passionale, ho pianto come una fonta,a è un libro logorante, frenetico, a tratti anche perverso, ma non in senso concreot. è perversa la vendetta, come un gioco, come un puzzle.
voto: 10

Nessun commento: