giovedì 29 ottobre 2009

sfogo

scusate, oggi forse era meglio starsene al calduccio sotto le coperte, ignorando tutto e tutti.
perché quello che oggi mi è successo, purtroppo, mi sa che sarà l'inizio di una piccola lotta.
io a scuola mi muovo piuttosto bene, no, dai, discretamente, con l'aiuto del bastone bianco.
ora, io come tutti gli altri sto in classe, saluto la prof e cerco di uscire nel piazzale: nel mentre, scricciolo si avvicina, per aiutarmi, e il mio compagno arrogantello mi fa la predica, ce io non devo chiedere sempre alle stesse persone, che la povera Scricciolo si sente in dovere e balle del genere. allora, Scricciolo si sente in dovere, ma non è colpa mia se lei ha uno spirito da crocerossina e se mi vuol bene, ed io non le ho chiesto niente. allora, lì io, che sono un tipo che ci rimane male, mi sono incavolata dicendogli che lui non è il mio professore, e che non deve fare l'avvocato difensore di Scricciolo.
poi, nel pomeriggio, dico ad un mio compagno amico dell'arrogantello e mio amico per giunta, che so andae da sola in quel posto. io ci so andare prima devo solo capire dove mi trovo, devo orientarmi un secondo, e lui inizia a dirmi che dico di saper andare nei posti, mentre in realtà non lo so fare: io, allora mi incavolo e gli dico: senti, visto che sei tanto bravo, fallo tu ad occhi chiusi il percorso!!!!!!! ma vi sembra vagamente logico? a me no!!!!! però lo so che ne faranno una questione di stato, ne parleranno con angelo (l'insegnante che mi da una mano nelle materie critiche) e ne faranno un discorso con il professore di classe. ma che noia, siamo abbastanza grandi per sbrogliarcela da soli, o no?
winnie, ti piace duchessa (la gatta degli Aristogatti) come soprannome?
kisses a tutti

Minerva
p.s: urgono commenti di conforto!!!!!!

2 commenti:

Winnie ha detto...

sì, mi piace molto :)
lasciali stare e basta. sono idioti. e se qualche prof. dovesse chiederti qualcosa digli solo che gli aiuti sono graditi, ma se l'aiutare non lo è allora te la puoi cavare anche da sola. ma stai a vedere che danno ragione a te perché uno del genere non può sapere né immaginare cosa succede nel tuo mondo. è un idiota: non ha nessun diritto di dirti che non sei capace di fare le cose, anche se si tratta di muoversi.
io penso che sei capace, ma in modo diverso dagli altri e con tempi diversi dagli altri.
stai tranquilla, hai ragione tu.
:)
winnie

minerva ha detto...

il problema è che ci sono posti in cui fatico abbastanza ad andare da sola, e ho bisogno di loro, ma loro sembrano sempre dimostrarmi con ogni loro azione che sono un peso per loro. E mi sento sempre un po' esclusa, perché loro parlano solo dei telefilm che non seguo (perché farmeli descrivere quotidianamente è noioso sia per me sia per la mamma che me li deve descrivere) e sembrano sempre escludermi da ogni conversazione, a parte quell'angelo della mia amica, che però è timidissima e non osa dir niente a nessuno, e sta dalla loro parte, nel senso che se ne sta zitta e buona, lei ha capito che non deve sprecare le amicizie.
comunque, un milione di grazie per il conforto.
tvttttttttb
Minerva