giovedì 12 novembre 2009

azzurro

tempo fa, winnie mi ha proposto l'idea di descrivere un colore dal mio puntodi vista, cioè quello di una ragazzina che non vede.
ecco, non è una cosa semplice perché le mie parole possono risultare campate in aria, oppure incomprensibili. perché descrivere un colore senza vederlo non è una cosa facile, ne per me che scrivo, ne tantomeno per voi che leggete.
proverò, usando un po' di fantasia, a spiegare cosa intende una persona non vedene per colore.

beh, ecco, prendiamo come esempo l'azzurroed il blu, che sono i miei colori preferiti )anche questo è molto soggettivo).
beh, ecco, mi sono stati descritti come l'azzurro il colore del cielo, quindi io associo l'azzuro al cielo ed al mare pulito, mi hanno detto che l'azzurro è un colore chiaro, che non è un colore caldo e cc. è difficile, lo so, ma una persona che come me è non vedente dalla nascita ci fa l'abitudine. poi si può sempre abbinare un colore alle emozioni, ma non con tutti i colori ci si riesce: il rosso la passione, il giallo la gioia, il nero la rabia o un emozione negativa (anche qui dipende molto da ciò che mi è stato descritto), l'azzurro ed il blu come simbolo di tranquillità e saggezza.
lo so che quando ho parlato di colori nel blog ci sono stati dubbi sulla mia presunta cecità, ma è così: io parlo di colir, ho un minimo di gusto estetico che mi è stato inculcato da piccola ed anche se strane, ho anchio delle preferenze in fatto di colori, oppure visive. una piccolo vantaggio della mia cecità è il saper giudicare senza vedere, ma è anche per questo che ho chiamato il mio blog "l'occhio non vuole la sua parte", un criterio che uso sempre per giudicare una persona è la voce. a volte mi sbaglio, ma è raro: dalla voce si intuiscono molte cose, le intenzioni, le una persona ti inganna, ed anche il suo carattere. lo so che è difficile capire o credermi, ma è così. questo in origine doveva essere un blog tematico sulla mia cecità, ma è diventato un mio spazio, e voglio bene a tutti i vostri commenti, ed anche se sono pochi, non importa: pochi ma buoni!!!!! e mi sto affezionando pian piano a questo blog, a scriverci dentor tuti i miei pensieri, non fatico più a trasmettere quello che provo.
ed anche se non ho tanti commenti, anche se solo 2 lettrici mi leggono e commentano, non mi importa molto. penso che qualcuno mi stia seguendo in silenzio, e capisco perfettamente ch non vogliate farvi vedere o che siate timidi, sappiate solo che dedico a tutti voi tanto affetto, e che vorrei un vostro commento, ma mi basta un pensiero affettuoso. e mi sembra il momento di allegare una delle canzoni che amo di più, perché un po' tanto ci sono affezionata. 1uesta canzone non è la mia preferita, e prima ho sbagliato a dire che è una di quelle che amo di più.
lo so, a volte mi ingarbuglio da sola, ma è che qui getto molto di quello che mi passa per la testolina. quindi, questa canzone non è quella che amo di più, è semplicemente una canzone che in questo periodo ho ascoltato molto, e che reputo orecchiabile e deliziosa.
un bacio
Minerva

2 commenti:

Alessandra ha detto...

ciao Minerva!
allova vediamo un po':
il blu e tutte le sue sfumature sono i miei colori preferiti. L'azzurro è un colore freddo ma anche a me ricorda sempre il cielo pulito e caldo delle giornate primaverili. Così succede che camicie, magliette, maglioni e quanto altro ho nell'armadio sia quasi tutto di questo colore.
I blog iniziano con un'idea che poi si evolve e si trasforma, così è stato anche per me.
Anche io ho molti lettori che leggono e non commentano spero almeno che siano contenti di leggermi, qualche volta succede anche a me di leggere un post e non sapere cosa dire.
Ascolto la canzone più tardi perchè ora non ho le casse.
Un abbraccio affettuoso
Alessandra

Andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.