sabato 7 novembre 2009

conforto

non mi è successo niente di particolare, a parte il fatto che sono ritornata a non essere figlia unica, il fratello è ritornato.
ho solo tanto bisogno di commenti, nel senso perché ho bisogno che il mio blog si riempia di lettori, non è una coa che mi piaccia stare al centro dell'attenzione, e sto riultando antipatica, lo so, che ci posso fare se bramando dei lettori?
via libera ai lettori, non siate timidi, di ogni età, sesso, razza, gusti musicali e letterari!!!!!!!
comunque, ad ogni post sarà allegato un brano musicale, quindi, se si clicca sul titolo si può ascoltare il brano, che ha volte è in tema con il post, oppure non ha nessun senso con il post, come quello di oggi.
forse questo brano un senso ce l'ha, ma momentaneamente non mi passa per l'anticamera dei neuroni che mi sono rimasti, se me ne sono rimasti.
qualcuno mi racconti la sua giornata, o qualcosa!!!!!!
per riprendere mio fratello sono andata in campagna. un posto paradisiaco, islenzioso e fuori dal mondo. l'unico romore che si può percepire è il cinguettio degli uccelli, purtroppo non c'è un bel torrente che canta, ma non importa, mi accontento dell'abbaire cane dei nonni.
poi l'aroma di quello che cucinano nonnacrocerossina e bisnonnasupercuoca, che è sempre meraviglioso, che a volte è pasta al forno, a volte fnocchi gratinati, a volte qualche invitante dolce classico di bisnonnasupercuoca. a volte, invece, quando la bisnonna lascia il dominio dei fornelli alla nonna, si pssno gustare piatti più semplici, meno precisi nelle quantità degi ingredienti e nei tempi di cottura, e a vlte, quando la nonna è di buon umore, si possono assaggiare piatti etnici, che all'età di mia nonna non dovrebbero piacerle. invece la cotoletta con l'ananas, oppure le pesche con il peperoncino. quando la nonna, come oggi, si mette a fare dei dolci,non vengono buoni, ma buonissimi. oggi, per esempio, c'era una torta di mele, ma fuori dal comune. era una dorta morbdia, bagnata, nel senso che non era una crostata o una sfoglia, era con un impasto morbido ed umido, con le mele tagliate grosse, forse sembrava cruda, ma era ottima. prima la nonna aveva dato il meglio di sé con dei finocchi gratinati sfiziosissimi, e del pllo niente male, e, dulcis in ufundo, una crema al ciococlato )che non era ottimo) piena di panna, ed anche se non eccelsa, era comunque dolcissima.
la nonnacrocerossina è un angelo, una donna che ammiro molto per il suo coraggio, ed anche per le sue capacità. (mamma, ti voglio bene lo stesso)
oggi purtroppo stare fuori era impossibile, era freddo e pioveva, ma di solito, nelle giornate d'estate, possiamo stare sotto una loggia, con un bel libro in mano, e vivere le ore fresche del mattino, deltardo pomeriggio o delle sere più clade. parte delle mie estati da bambina è trascorsa così, tra pasta fatta in casa, passeggiate, giochi con i gatti e con le galline del vicinato. poi i nonni sono venuti nella campagna remota ad abitare, invece che nel loro paesino di campagna, sono andati in una casa in mezzo al nulla, sempre in campagna, che io adoro. perché io adoro i luoghi desolati, il silenzio della campagna e la solitudine che essa genera.che canzone allegare a questo testo è difficile dirlo, perhé è un post dolce, che parla dei sapori della mia infanzia, della mia famiglia e c'è anche un po' di tenerezza, e mi ricorda il tempo che passa. ed una canzone che mi vinee spontanea allegare al post è una canzone di Celentano, cantante che non amo molto, ma di cui adoro questa canzone, cliccate szk tutiki del post e buon ascolto )io odio celentano, tranne questa canzone)!!!!!!!
un bacio alla torta di mele eccelsa
Minerva

1 commento:

Alessandra ha detto...

ciao Minerva!!!!
scusami per l'assenza, ma tra lavoro e brutto tempo sono un po' giù di morale!
bella questa idea della canzone nel titolo del post. Originale! non mi era mai capitato di trovare la musica linkata proprio lì! anche a me piacciono i posti silenziosi e solitari. Amo la montagna proprio per questo.
Un abbraccio forte!!!!
Alessandra