martedì 5 gennaio 2010

cechismi

un argomento che volevo affrontare qua dentro da parecchio tempo sono i cechismi: cioè sono delle manie che comporta la cecità, soprattutto, quella che si ha dalla nascita.
Manie fisiche, non psicologiche. manie che le persone non vedenti hanno per stimolare in qualche modo la vista che non hanno, oppure, dei movimenti che comportano stimolazioni di altro genere.
parliamo di me stessa, per esempio. ecco, la mania più grande che ho è lo schiacciarmi gli occhi: è un tentativo di stimolare il residuo visivo che mi rimane (io non lo avverto), e che non è una cosa che si toglie tanto facilmente. mi schiaccio gli occhi quando sono concentrata, annoiata, divertita o soprattutto, quando leggo o sto al pc. In pratica, purtroppo, ho gli occhi incavati e adombrati da delle fosse scure sotto agli occhi. Non è una bella cosa, ne per me ne per gli altri. è un abitudine che si sradica completamente con un solo sistema: il legare le mani dietro la schiena per alcuni giorni. io la reputo un oo' una barbarie, eppure, molte persone non vedenti hanno affermato che è funzionato. I miei genitori non vogliono arrivare a tanto, è che ci hanno provato in tutti i modi: con le buonee e con le cattive. e diciamocelo, non è facile. un altra mania che purtroppo ho è che quando ascolto musica o sono particolarmente eccitata dondolo come una cretina: sono la prima ad ammetterlo, queste manie sono disgustose, ma è molto complesso toglierle. poi, c'è anche il discorso che queste cose, chiamate molto schiettamente ciechismi, ti emarginano, perché onestamente, diciamocelo, fa alquanto schifo una persona che ha gli occhi incavati.
e sono anche queste le cose che ti creano dei problemi con gli sconosciuti e le cose che mi rendono una persona all'apparenza disgustosa.
ed avete ragione, persone che mi avete incontrato, non è per nulla carino vedere un complesso di manie e come ho già detto, queste stranezze sono anche un elemento d'imbarazzo per chi mi sta accanto.
e questa è una cosa alquanto noiosa della cecità...
oggi siamo andati alle terme di S. e ho mangiato per la prima volta tailandese, mi è piaciuto, sfortuna vuole che ho preso il manzo, che era atrocemente piccante.
adesso passo e chiudo.
minerva

3 commenti:

Miks ha detto...

Ciao Minerva, ti ho appena scoperta, siccome sono una persona esageratamente pigra, parto da questo post scritto solo 10 giorni fa, ho visto che in archivio risultano 100 post scritti nel 2009...ma credo di non potercela fare in questa vita a leggerli tutti, così, per far bella figura non parto dall'ultimo che hai scritto...ma da qui :-D

Non sapevo dell'esistenza di questi tic che tu reputi "schifosi"
Forse non saranno belli a vedersi, ma addiritura schifosi mi sembra un esagerazione...

ma c'è davvero chi si è fatto legare le mani dietro la schiena??
Che tortura!!

Mi sono aggiunta ai lettori fissi, e cercherò, un po alla volta di leggere tutti i tuoi post...sempre che viva fino a 100 anni :-D
Ti abbraccio forte!!

NonnaPapera ha detto...

Mah! mi sembri un po' esagerata. Ognuno ha le sue manie. C'è chi si rosica le unghie a sanhgue, chi si attorciglia di continuo una ciocca di capelli con le dita, chi tira su col naso senza mai soffiarselo (questo sì che fa schifo), chi mastica gomma a boca aperta (bleah!).....

Anonimo ha detto...

Ciao Minerva, è stato proprio cercando il termine ciechismi, di cui avevo sempre sentito parlare, che ho per caso scoperto il tuo blog. Non fanno schifo questi atteggiamenti, ma deleterio è l'atteggiamento spesso e quasi sempre auto commiserevole che molti non vedenti hanno. Parlo per e con cognizione di causa, sono non vedente ho quasi 28 anni, sono laureata in psicologia, ho una webradio cosa che mi permette di coltivare la mia più grande passione è... Perchè cercavo ciechismi, perchè pure io mi dondolo quasi sempre... è un movimento stereotipato di cui non vado assolutamente fiera, ma non mi facio schifo, e non facio schifo alle decine di persone per lo più vedenti che mi amano, conoscono e frequentano e che al massimo mi chiedono perchè ti muovi? ma solo per conoscenza ma che mai per questo si sono sognati di emarginarmi e no, non è fortuna se ci sono non vedenti meno emarginati di altri, e solo che per essere non vedente, bisogna saper vivere da vedente, accettandosi con pregi e difetti, mettendo a proprio agio gli altri, vedendoci noi per primi come normali. Purtroppo questo lo fanno in tanti, ma in troppi si rifiutano ragion per cui, frequento pochissimi non vedenti, se non via web. Proprio perchè troppi atteggiamenti mi danno i nervi, e poi anche perchè nel mio paese sono l'unica.