venerdì 26 febbraio 2010

iliade

Forse Castagna comprenderà il mio prof ed il mio riso. Anzi, sono arcicerta che lo comprenderà. Perché oggi ci ha spiegato l'iliade, con un malloppo di fogli ricchissimi di cartine, delle rappresentazioni grafiche degli dei e dei personaggi principali. Chi mi conosce sa cosa vuol dire per me la mitologia greca: voi avevate le fiabe, io avevo i miti. Ero una bimba, avrò avuto cinque anni, quando mia nonna iniziò a leggermi l'iliade in versione semplificata. Chiaro, essendo lei italo-tedesca, sbagliava tutti gli accenti: agaménnone diveniva agamennòne, ma panzienza. Ho già raccontato dei quiz che mi divertivo a fare agli amici dei nonni, ricordo di aver dato ad un personaggio piuttosto illustre dell'asino, perché non si ricordava la madre di Perseo e la dea della discrordia. E vabbé, quando ho scoperto che il mio prof amava la mitologia, ha guadagnato 200 punti in più nella mia classifica, era già alle stelle. Oggi, spiegava l'iliade. E come jè suo fare, testa la nostra cultura, chiedendoci se ci ricordiamo degli episodi, come la leggenda del pomo della discordia. E la sottoscritta, che la mitologia l'ama tuttora, faceva scattare la mano, e la gioia migliore era sapere che alcuni nomi me li ricordavo io, e non il prof. È bello raccontare, è bello narrare con un uditorio, anche se relativament epiccolo rispetto alla classe, ti ascolta con un minimo di concentrazione. E questo aumenta la mia passione per l'insegnamento, per il racconto e per l'arte di spiegare.
Ed il mio prof che fra Menelao, Diomede, Priamo, Ecuba eccetra un po' di confusione la faceva, ma poca, e bravo com'è è riuscito a catturare la mia immaginazione, a farmi diventare Elena, Atena ed a tratti Ulisse.
Ehm, ho bisogno del vostro aiuto: per chi conosce bene la divina commedia, Dante, prima di entrare nell'inferno fa appello a Paolo e a chi? Un altro vivo che è stato nell'aldilà.
Ed ora baci
Minerva

1 commento:

Castagna ha detto...

"io non Enea, io non Paulo sono", scrive Dante
a domanda rispose, prontamente, la prof