domenica 28 febbraio 2010

Nabucco

Stasera vado a vedere il nabucco. Ok, prima opera che vado a vedere, prima volta che entro in un teatro che non sia qello in cui recito e che vado ad assistere ad un qualcosa di non demenziale o infantile.
Bene... Sono certa di crollare entro il secondo atto, anzi, forse arrivo a metà della rappresentazione. Ma dubito di non collassare. A meno che vicino a me non ci sia un neonato isterico, cosa alquanto improbabile, visto che nessuna persona sana di mente porta i bambini a vedere l'opera.
Non so se questa cosa mi piace o no, non so nemmeno se ho una gran voglia. Ok, mi è sempre piaciuta la musica, le storie di alcune opere come la tosca o la lady Butterfly mi hanno sempre attratta, ma assistere all'opera non ho bene idea di come sia. Perché sedermi su una poltroncina, spero tra papà e qualche altro parente, e starmene così, in silenzio, forse annoiata, non pare allettante. Eppure, dall'altro lato c'è una specie di curiosità. Staremo a vedere... Domattina vi aggiorno, promessissimo.
Bacio
Minerva

4 commenti:

Aglaia ha detto...

no che non crollerai nè collasserai,secondo me ti piacerà tantissimo è un'opera splendida:-)
dubito una persona con la tua ricchezza interiore,possa annoiarsi assistendo ad un'opera lirica.
un bacio

Suysan ha detto...

Aspetto un resoconto delle emozioni che hai provato!!!

Lunga ha detto...

Devo esser sincera, a me l'opera non ispira per niente. Però sono quasi certa che ti è piaciuto e in questi casi empatizzo molto, quando vedo degli spettacoli che aspetto con ansia vengo via che ho i brividi dall'emozione!

Federica ha detto...

com'è andata?