venerdì 12 febbraio 2010

son soddisfazioni 2

Ho capito che sono invidiata da alcuni dei miei compagni, non perché ho voti più alti dei loro (cosa non vera), ma per quella che i miei docenti definiscono cultura. quella che mi fa alzare la mano quando a musica citano la Carmen, quella che mi fa rispondere alle domande di lessico di italiano o a quelle di storia. ho avuto la prova di quest'invidia mercoledì, ma non ha molta importanza. oggi ho preso 10 a storia e 9,5 a italiano. ed ho capito che posso farcela, che devo solo dare un calcio all'ansia ed ai miei timori, devo fregarmene di più (vedasi post del 25 e 26 novembre) e vivere i momenti indimenticabili, quelli come la ricreazione con la prof N., in cui mi sono sentita come se fossi la regina, la migliore, non so come spiegarlo senza apparire sciocca ed antipatica. non la migliore, ma comunque, ero gratificata, forse estasiata da questa donna che si esprime in quel lessico forbito, che è una cosa che ammiro da sempre, non so perché, non dico che il lessico testa la qualità della gente, ma mi incanta la gente che si esprime con un eloquio incantevole. sarò paranoica, ma sono fatta così.
oggi abbiamo fatto la nostra prima parafrasi, non ad italiano, ma a storia, perché per parlare dei cavalieri nel medioevo il nostro prof ci ha fatto leggere l'inizio dell'Orlando furioso, che vorrei leggere un giorno, mi incanta molto anche questo classico. ma io sono matta, me lo dicono tutti. In Svizzera adesso c'è una settimana di vacanza, andiamo in montagna e sperimento lo sci di fondo... Oddio, mi sento molto sacco di patate, vista la mia grazia pachidermica, tipo elefantino.

ed adesso vado a godermi il quarto canto della divina commedia...
bacioni
minerva

7 commenti:

NonnaPapera ha detto...

Minerva, son sempre più perplessa, ho in mente un immagine di ragazzini delle medie con interessi e letture molto diversi da quelli di cui parli tu. Ma in Svizzera a che età si va alle medie?
A meno che l'equivoco non nasca dal fatto che noi per medie intendiamo tout-court le scuole medie inferiori (11-13 anni), mentre per indicare le scuole medie superiori (14-19 anni) si parla direttamente dell'indirizzo di studio.
Mi illumini?
Che vacanze avete adesso, carnevale immagino. Goditi il freddo della neve e il calore del sole. Febbraio in montagna è il mese invernale più bello.

minerva ha detto...

le medie sono le stesse, Nonnapapera. solo, che in Italia la cultura per quanto riguarda la letteratura, la storia e la geografia è molto avanzata. e sono in una classe dove la cultura generale è sotto i tacchi delle scarpe.
un bacione
minerva
p.s: si, ci sono le vacanze di carnevale

Suysan ha detto...

A me sembra che in questa scuola che frequenti in svizzera si studia parecchio...almeno rispetto alle scuole medie che ha fatto mio figlio!
Buone vacanze!

Pimpi ha detto...

Anche mio fratello sta leggevo Orlando furioso, il punto e' che non frequenta neppure le medie!!!!!!! Comunque complimenti per i voti!!!!!!

Lunga ha detto...

Devi essere fiera di te... ti sto imparando a conoscere solo ora ma ripeto: devi essere fiera di te!

silvia ha detto...

Ciao Minerva, complimenti per i voti....è bella la tua curiosità di sapere, soprattutto per la tua età, ci credo che i tuoi compagni ti invidino, sei davvero una ragazzina fuori dal comune,un caro saluto e un abbraccio!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

la cultura è potere Minerva, apre la mente e aiuta a riflettere... i tuoi compagni invece di invidiarti dovrebbero prenderti ad esempio... brava!
io a scuola facevo lo stretto necessario, di me i prof dicevano la solita frase "potrebbe fare di più, se lo volesse...", poi all'università ho capito che se avessi studiato durante il percorso scolastico, come studiavo per laurearmi avrei avuto anche io dei bellissimi voti come i tuoi e avrei fatto molto meno fatica!