giovedì 29 aprile 2010

empatia 2

È alla prof N. che dedico questo post. E gliene dedicherò uno ogni volta che se ne presenterà l’occasione, perché è l’essenza della prof di lettere. L’essenza della prof di lettere di una certa età, s’intende. Perché a vederla non sembra così, sembra il ritratto della severità, non è certo un tipo modellabile inteso come molle, che si fa manipolare. Ma appena le parli te ne accorgi, che una luce brilla nei suoi occhi. Anche se non la vedi, sai che c’è. Sai che le parli e lei ti ascolta attenta, con una vitalità da grillo ed una curiosità tipica dei bambini che scoprono il mondo. Mi piace questa donna, mi piace assai.
Con quei suoi capelli d’oro bruno e quegli occhi… Quegli occhi di cioccolato fondente, che trasmettono un’energia squisita ed un sapere che irradia ovunque. È strano il magnetismo che si crea quando c’è lei, è strana l’empatia. E l’ho scritto due mesi fa, e lo scrivo di nuovo. Con questa donna io ho un rapporto speciale. Speciale, non uno di quei rapporti assidui, ma un rapporto di desiderio reciproco. Lei lo dice sempre, che mi vorrebbe parlare davvero una volta. Ed io lo voglio, lo voglio con tutte le mie forze. Perché sarei pronta a raccontarle la mia storia e le mie insicurezze, se solo avessi tempo. E la adoro, questa prof. Ma lo giuro, che anche se non sarà lei (è una certezza), io non riverserò sull’altra prof l’antipatia. Perché la prof S. è un tesoro, mi ricorda così tanto una chioccia che si porta nell’aia i suoi pulcini starnazzanti. Mentre la prof N. mi ricorda tantissimo una gatta, una gatta appollaiata sui tetti, che scruta, che osserva e che poi seleziona. Una bella gatta, dal manto d’ebano e gli occhi color smeraldo, una di quelle bestie di primo acchito diffidenti, ma che in realtà sanno essere di marzapane.
Perché di prof così non ne troverò tante. Grazie, prof N.
E poi, mi ha detto una cosa stramba:
“per te ho in mente una piccola sorpresina, da realizzare entro la fine dell’anno.”
Ed io mi sono chiesta una cosa: il marito è poeta, scrive in maniera incantevole e vorrei conoscerlo. O questa donna mi ha letto nell’anima, o ha sentito una conversazione fra me e l’Angelo, o l’Angelo glie l’ha riferito. Ma è probabile la prima ipotesi.
Però è campata in aria, e quindi do a voi la scelta:
“Quale sorpresa ha organizzato la prof?”

E con questo dubbio amletico vi lascio.
Baci
Minerva
p.s: Pimpi, l’indovinello era giusto!! Ma era così celebre?

3 commenti:

IlFioreDelMale ha detto...

Ciao!
Sembra davvero un'ottima persona, quest'insegnante che descrivi con tanta cura... E sicuramente la sorpresa che ti sta preparando sarà qualcosa di molto gradito!
E' probabile che, come dici tu, ti abbia letto nell'anima ed abbia capito il tuo desiderio, oppure non so che altro possa avere in serbo per te.
Sicuramente una cosa bella, però =)
Un bacio
IlFioreDelMale

Kylie ha detto...

Sarà sicuramente una sorpresa che apprezzerai.

Baci

Federica ha detto...

non mi son scordata che mi avevi dato un premio... fra qualche giorno lo esporrò tra le mie ciliegie, devo anche pensarci un po' su!