sabato 14 agosto 2010

Cadono gocce di cristallo fuso dal cielo e si posano con delicatezza sullo specchio d'argento del mare, incrinandolo appena, e poi confondendosi con esso.
Quanto è bella la pioggia al mare. Il profumo della terra bagnata, che io adoro, è accentuato tanto, con quella punta ruvida di salsedine. Il fresco penetra
nelle ossa e scrivere viene facile. Le parole ballano sui tasti, scivolano vloci, troppo per i miei gusti, e appollaiano sulle pagine immacolate. È tutta
la mattina che scrivo. Scrivevo per esorcizzare la noia, ma oramai non più. È diventata una cosa meravigliosa, semplice e spontanea. Scrivo dei miei ricordi.
Ascolto Baglioni che si confonde con la pioggia contro la grata di legno che stringe il balconcino della mia stanza. È così magico. E domani non pioverà
più. Mi sto godendo apieno questa giornata di poesia soffusa, fatta di pensieri interrotti a metà e di pagine abbandonate. È così dolce lasciar entrare
la fragranza della pioggia. Volevo andare in spiaggia, stamane. Ascoltare il ticchettio ritmico delle gocce d'acqua sull'ombrellone e sfiorare la sabbia
bagnata. Ma alla fin fine non ci sono andata, pioveva troppo forte. Mi sono rintanata qua, a raccogliere i pensieri ed a buttarli giù piano piano cadenzato
di queste gocce. Tic tac, tic tac, tic tac, tic tac. Questa pioggia sembra benedetta. Sembra una benedizione del cielo, una cosa da bere stilla a stilla
in coppe di cristallo, e cito Pascoli, perché non sono capace di descrivere in modo migliore la pioggia.
Baci
Minerva

Pubblicato da minerva a

9 commenti:

Lunga ha detto...

ti rispondo qui sul fatto di msn. da ormai un anno non ce l'ho più perchè quando sono a faenza ho una connessione via cellulare che va per pacchetti-dati: in poche parole ho pochissimi megabyte al giorno che uso tutti per facebook e soprattutto per i giri nei blog! se hai facebook mi fa piacere scambiarci il contatto, ora ho rimesso la moderazione dei commenti quindi prima di pubblicarli li vedo solo io, puoi rispondermi senza problemi di privacy! a presto

Lunga ha detto...

PS: purtroppo le prese in giro se non sei conformato alla massa fioccano. Quando i miei compagni alle medie cantavano il tranqui funky degli articolo 31 io impazzivo per celentano... ed ero considerata vecchia! poi per fortuna ho cambiato ambiente e via via ho trovato persone sempre più aperte!

Federica ha detto...

io ricordo i tempi delle medie con terrore... piano piano si cresce tutti, anche quelli che ora sembrano deficienti e forse lo sono...

vai oltre, è l'unico modo che conosco per non lasciarsi affondare!

PaolaFrancy ha detto...

Te l' ho scritto tante volte: sei molto matura per la tua eta' e questo, purtroppo, comporta anche questi piccoli grandi problemi. Piccoli perche', se ci pensi, in fondo il tuo e' un disagio temporaneo ( perche' per fortuna non devi vivere tutta la vita con questa gente che,comunque, rimarra' stupida per sempre ). Grandi perche' si sta male davvero tanto per queste cose.
Purtroppo la cattiveria che deriva dall' ignoranza e' la peggiore. L' unica arma per combatterla e' l' indifferenza, credo.
Coraggio!
Un abbraccio, Paola

PaolaFrancy ha detto...

Ho sbagliato! Volevo scrivere un commento al post precedente!
Vale lo stesso??? :-D
Per quanto riguarda questo post, che dire? La pioggia sul mare e' pura, purissima poesia. Goditela.
Paola

IlFioreDelMale ha detto...

Ma tu sei meravigliosa come la pioggia che descrivi!
Sei stata in grado di farmi immedesimare per un istante in una piccola scrittrice che solo ascoltando il rumore della pioggia sul mare e l'odore della terra bagnata riesce a fornirne una descrizione così precisa e così intensa.
Continua a scrivere, e godi nel fare ciò, perchè in questo modo non solo stai meglio tu, ma fai star bene pure chi ti legge.
Un bacione grande
IlFioreDelMale

Kylie ha detto...

Bellissimo questo post.
La pioggia spesso ispira anche me.

Buona settimana cara!

Anonimo ha detto...

ti leggo e ti apprezzo molto. Ieri leggerti mi ha fatto bene. Grazie di esserci. Plancton2323

Veggie ha detto...

Spero un giorno di poter tornare su una spiaggia e di viverla come la vivi tu, provando tutte le emozioni che sei riuscita a trasmettermi con questo post...