martedì 31 agosto 2010

secondo giorno

Il primo giorno di scuola è andato, diciamo così, bene. Ma è stato oggi a regalarmi tanti sorrisi, tante emozioni e tante risate. Oggi, ed il pomeriggio in modo particolare. Anzi, l'ora compresa fra le 12:50 e le 13:40. Lsatino. Prima ora del pomeriggio. Prima lezione di latino, intendiamoci.
La prof S., che avrà presto un soprannome, è un tesoro. Romagnola, sui sessanta, fan di Vasco Rossi e completamente pazza. Pazza di noi studenti e pazza per la sua materia. Pazza perché ride convulsamente ogni cinque minuti e perché riesce a fare lezione nonostante questo. Pazza perché non è un pasticcino, ma una di quelle fette di torta campagnola, di quelle semplici e morbide, anche se buonissime. E la prof S. è così. Colta ed al contempo genuina, che ride, parla dei latini come se fossero i suoi compagni di banco delle medie e della civiltà moderna come se fosse un qualcosa di misterioso, ma affascinante. Lei non usa la tecnologia. Il prof Pezzodipane (insegnante di matematica e scienze) una volta le ha dato una chiavetta e llei gli ha chiesto che ci dovesse fare. Eppure, lei l'utilità della tecnologia la riconosce, eppure, non le interessa usarla. Lei fa le schede a penna. Le pagelle e le mie schede le fa scrivere a macchina dal marito, perché lei odia scrivere a macchina.
È un tesoro questa donna. Poi ora d'italiano. E come sempre, il prof C. riesce a sondare la mia apparente ironia. Quando gli ho raccontato del collegio ridevo, ma la prima affermazione del prof è stata:
"Tu ora ridi, ma lo so, e non mi dire di no, che ci hai sofferto, in collegio."
Ecco. Frase perfetta per sondare un'alunna. Mi appunto tutto questo perché nel caso dovessi insegnare, questa è una geniale trovata per far crollare le allieve che ridono delle calamità. La classe non sembra male. Devo ancora inquadrarla bene, annusarla, ma non sembra cattiva. Da oggi in poi, salvo novità importanti, voglio ritrarre ogni mio singolo professore, così per darvi un'idea di che insegnanti ho, che nonostante molti di essi siano particolari, sono delle stelle tuttequante.


baci
Minerva

8 commenti:

Lunga ha detto...

visto???? non è stato poi così tremento giusto?

Kylie ha detto...

Rosa, rosae, rosae, rosam, rosa, rosa.
Dai coraggio... andrà tutto per il meglio!

Bacio

Federica ha detto...

e i compagni?

che bello sentirti così entusiasta!

ester ha detto...

magari avere dei prof cosiii!!! che fortuna davvero..divertiti quest anno a scuola! eheh

Veggie ha detto...

E' bello avere professori del genere, penso aiutino veramente a crescere... Magari ne avessi avuti io...

ricciolipugliesi ha detto...

Ciao Minerva,
grazie per i commenti sul mio blog.

Oltre alla letteratura e Bennato, abbiamo in comune anche la passione per la scrittura ed Isabel Allende.

Ti aggiungo sui blog che seguo, così vengo a leggerti. Se vuoi fà lo stesso col mio.

ricciolipugliesi

PaolaFrancy ha detto...

ma che bello!!!
sono felice ... spero che tu ora sia più rilassata ... vedrai che andrà tutto bene.

un grande abbraccio, paola

nonnatuttua ha detto...

Piacerebbe anche a me conoscere la prof di latino.......sono curiosa di vedere che soprannome le darai!
Buon anno scolastico!