domenica 19 settembre 2010

recensione: un giorno perfetto (Melania G. Mazzucco)

Ecco, mi son ricordata di fare una recensioncina. Miracolo dei miracoli, davvero.
Quello che presento oggi però non è un libro letto di recente. Infatti, nel mio profilo di blogger, è nell'elenco dei libri preferiti da marzo. E siccome quell'elenco è lungo lungo, voglio estrapolare i libri più belli che figurano lì dentro, e farne una recensione.
Titolo: un giorno perfetto
Autore: Melania G. Mazzucco
Editore: Rizzoli
Anno di edizione: 2008
pagine: 411

Descrizione
Dopo aver prediletto storie ambientate nel passato, Melania Mazzucco sceglie la Roma di oggi come scena per il suo romanzo. Il giorno perfetto - come nel
titolo di una canzone di Lou Reed - è quello in cui Camilla compie sette anni, Zero fa esplodere la prima bomba in un McDonald's, Emma perde il lavoro,
Kevin le mutande, Elio recita il discorso sbagliato al suo comizio elettorale, Valentina fa un piercing all'ombelico, Maja trova la casa dei suoi sogni,
Sasha festeggia l'anniversario dei dieci anni con l'amante, Antonio vede la moglie per l'ultima volta e qualcuno carica con 7 colpi + 1 la sua pistola.
Mentre le loro strade si incrociano sul grande palcoscenico di una Roma frenetica e sorprendente, e la tensione si accumula, le loro vite sembrano destinate
a esplodere in mille pezzi. Romanzo corale, affresco sociale, foto di gruppo di una nazione, questa cronaca di un giorno apparentemente qualunque in una
grande città di oggi è un'immersione totale nella realtà che ci circonda. Una storia d'amore e disincanto, di scuola e di lavoro, una notizia da prima
pagina e uno straziante caso di nera. Ma soprattutto, l'anatomia di una famiglia: ragazze e bambini, uomini e donne, madri e padri, figli e figlie, scene
da un matrimonio in cui ciascuno, nel bene e nel male, può riconoscersi.


Recensione:
Melania Mazzucco mi era piaciuta già con Vita, un romanzo di cui non sono mai riuscita a leggere la fine, perché ho ancora paura di come possa evolversi la storia d'amore davvero sublime dei due protagonisti.
Ma questa volta, il libro l'ho divorato. E l'ho riletto, e la rilettura è stata davvero meglio della prima lettura.
Un romanzo dal ritmo così travolgente, incalzante, fremente, magico. Due famiglie, diverse in tutto. La prima, una famiglia delle borgate romane, una donna appariscente, una figlia adolescente e non mologata ed un bimbo adorabile. Il padre non c'è più. O meglio, c'è, ma è stato allontanato. Ed Antonio, ovvero il padre, è un buodigard dal temperamento impetuoso e violento, ma ancora perdutamente innamorato della bellissima moglie, Emma.
Infatti, lui la pedina sotto casa, le telefona al lavoro, fa di tutto per vedere lei ed i figli.
Dall'altra un'altra famiglia, quella dell'avvocato a cui Antonio fa da buodigard. Un avvocato ambizioso, ma dai sani principi, una moglie stanca ed una bimba saccente. Ed un figlio rivoluzionario, rinnegato ed appartente al primo matrimonio dell'avvocato.
Ok, detta così sembra una storia comune. È che saranno i personaggi indimenticabili, lo sfondo di una Roma opulenta, sia nella ricchezza sia nella povertà, oppure sarà che l'autrice ha un modo di descrivere le situazioni travolgente e tanto reale, fattostà che questo libro è entusiasmante.
Perché alla prima lettura, io l'ho trovato in certi momenti noioso, in altri molto bello. Alla seconda, di lettura, è riuscito ad emozionarmi, a farmi piangere ed ha coinvolgermi davvero tanto.
Quindi, è un libro da nove pieno, anche qualcosa di più direi.

Baci
Minerva

7 commenti:

Allegra ha detto...

Gran bella recensione!
Ho amato "Vita" ma questo mi manca!
Lo metto nella mia lunghissima lista!
Ahimé...vorrei vivere giorno e notte alla feltrinelli quasi quasi!
GRAZIE MINERVA!

Holly Golightly ha detto...

ciao , volevo ringraziarti x essere passata dal mio blog e da oggi ti seguo...spero non ti dispiaccia.Ma hai davvero 13 anni?da come parli e scrivi sembri un'adulta......un abbraccio

Federica ha detto...

io avevo visto il film: un pugno nello stomaco!

Veggie ha detto...

Non ho letto questo libro, ma la tua recensione mi ha veramente attirata, quindi credo proprio che farò un salto in biblioteca...

Suysan ha detto...

Innanzitutto complimenti per come hai recensito questo libro
Io non l'ho letto ma mi hai fatto venire voglia di farlo, sarà il prossimo libro che comprerò!

Ciao Suysan

Kylie ha detto...

Grazie per il tuo punto di vista. Non ho letto il libro ma a questo punto mi viene voglia di farlo.

Un bacione

PaolaFrancy ha detto...

caspita! è da leggere allora! ( io mi fido di te ... )

paola

p.s. come va la scuola?