domenica 31 ottobre 2010

vienna parte 2

Altra giornata incredibilmente vissuta appieno.
Avevate ragione, Schönbrun è stupenda. Ho individuato il mio angolo preferito da subito: il gabinetto della scala, ovvero la stanza in cui Sissi si ritirava a scrivere.
anche se Sissi non mi piace poi tanto come personaggio (non lei di per sé, ma com'è stata mitizzata), la stanza era bellissima, con quelle pareti cremisi.
Poi il giro in carrozza del parco è stato emozionante. Vienna è piena di carrozze, non ne avevo mai viste tante in una città.
Poi oggi pomeriggio siamo andati a fare merenda al Sacher Café. Che io per la Sacher e per i dolci abbia un debole, è risaputo. E per la Sacher del Sacher non ho un debole, di più. Mia nonna se la fa spedire tutti i Natali e sapevo quanto fosse buona.
Quel che non sapevo, però, era tutto il fermento che girava intorno al negozio delle Sacher.
Ce ne sono di tutti i colori, davvero. Sacher che seguono le varie correnti artistiche (impressionismo, illuminismo, e cc), Sacher personalizzabili, saponi alla Sacher, Sacher per tutte le occasioni in particolare per Halloween, visto che c'è aria di questa festa. Io ho delapidato un po' di risparmi comprando una bellissima sacher per la prof di latino, che ne va matta.
Poi siamo stati in piazza ad ascoltare il flauto magico. Al teatro dell'opera di Vienna sono montati degli schermi, di modo che 'opera si possa ascoltare anche da fuori. Quest è un modo a dir poco stupendo per rendere più accessibile la cultura non solo a chi non ha i mezzi, ma anche a chi non ha la minima voglia di sedersi a teatro. Se mai dovessi lavorare alla Scala di Milano, sarebbe la prima cosa che suggerirei di fare. Perché aprire le porte della cultura mi sembra una cosa squisita.
E domani è già ora di ripartire. Il tempo è volato in frettissima, a dirla tutta. E Vienna è stupenda, così squisitamente barocca ed elegante.
Ma sono contenta di tornare a casa, anche se l'ho lasciata da poco tempo. Devo assorbire questa città mediante la quotidianità, il rimettere in ordine i ricordi ed i profumi di questa vacanza lampo.
Adesso devo chiedervi un consiglio, però. Lo chiedo solo a qualcuno che col cellulare ci sappia fare, perché io sono imbranata da morire.
Come si fa a rendere il proprio numero non visibile quando si vuole chiamare qualcuno?
Aiuto!
Sto cercando da stamattina di capirlo...
Baci
Minerva

6 commenti:

Pepe ha detto...

Mio marito dice che nel menu - impostazioni è presente l'opzione, di solito sotto la voce "invio proprio umero", ma che ci sono variazioni notevoli da cellulare a cellulare. Una buona causa, spero... vero? ;-)

minerva ha detto...

_Pepe: certo che lo è! No, anzi, non lo è perché una causa effettiva non c'è, è solo che entrambi i miei hanno il cellulare così per questioni di privacy e mi hanno chiesto di farlo solo che non ricordavano come fare.
Posso chiederti un altro favore? Io non riesco a commentare sul tuo blog (mio pc essere bacato di natura): perché io possa commentare devi andare su blogger, impostazioni, commenti e poi scegliere la modalità commento a pagina intera o qualcosa del genere. Solo se ti va, ovviamente.
Baci
Minerva

Allegra ha detto...

Conservo un bel ricordo di Vienna.
Mangia la sacher anche per noi!
Un abbraccio!

Allegra ha detto...

Ah dimenticavo, prova così: #31# e poi il numero che devi chiamare...

Pepe ha detto...

Fatto! Certo che mi va, non rinuncerei ai tuoi commenti per nulla al mondo! :-) Buona serata...

Lunga ha detto...

Ho assaporato con te la sacher! E questo grazie al tuo modo così coinvolgente di scrivere! Non mi stancherò di dirlo! Per quanto riguarda il cellulare nei nokia che ho avuto invio proprio numero è sotto importazioni chiamate.