sabato 15 gennaio 2011

Non riesco a scrivere.
ma c'è un altro problema, troppo urgente. Mi mancate troppo, tuttiquanti.
E quindi scrivo un post gracile gracile, una specie di, chiamiamola così, anteprima di ritorno nella blogosfera.
Sono stanca, ultimamente. La voglia di studiare ai minimi storici, mi impongo di farlo perché sennò i voti alti per cui ho lottato andrebbero persi e la sfilza di 10 che ho preso recentemente si dissolverebbe così nel nulla sostituita da una lista di voti mediocri.
Cerco disperatamente di organizzare le cose per il blog candy che ovviamente è sempre aperto, ma non ho tempo per leggere i blog.
Non leggo neanche quasi più, sto solo rileggendo i sette libri di Harry Potter in ordine sparso perché il sito di audiolibri da cui attingo si rifiuta di funzionare.
Qualcosa di grazioso c'è, in tutto questo grigiume.
Tempo fa, andavo forse in quarta o quinta elementare, avevo scoperto un sito di storie su harry Potter. Avevo scritto anchio una storia, senza mai pubblicarla. Ora ho trovato il coraggio di farlo, era un mio vecchio sogno.
Se rileggo quel che ho scritto a dieci anni mi viene un po' il voltastomaco, la storia è piena di errori ortografici ed è scritta con una grammatica improbabile. Ma cerco di non cambiare lo stile, solo di modificare le frasi che non stanno in piedi, ma di lasciare lo stile invariato.
Anche se è difficile...
Ritornerò, promesso. Scriverò con costanza, finita questa settimana turbolenta.
Mi sforzerò di farlo. La scrittura richiede impegno, almeno per me.

Buonanotte

6 commenti:

Gio ha detto...

Quanti anni hai ora?

Lunga ha detto...

Ben quasi tornata! Io ricordo da scuola settimane durissime (settimane in cui cade il mio compleanno, uno dei tanti motivi per cui non mi piace la mia festa) e quindi ti capisco. Più uno e stanco e più si sente demotivato.
Ps:ho iniziato (e quasi finito) margherita dolcevita come mi avevi consigliato. Mi piace tantissimo!

Holly Golightly ha detto...

forza :-)

Kylie ha detto...

Sapete che scrivo lentamente. Questo accade soprattutto perché non sono mai soddisfatto finché non ho detto il più possibile in poche parole, e scrivere in breve costa molto più tempo che scrivere in lungo.
(Carl Friedrich Gauss)

Dai coraggio. Un bacio e buona domenica!

PaolaFrancy ha detto...

la cosa bella di un blog è che non si ha l' obbligo di scrivere per forza (anche se pure io spesso mi sento in debito se non scrivo...).
queste sono le nostre seconde case, i luoghi in cui scriviamo ciò che vogliamo, ci sfoghiamo, piangiamo e ridiamo.
per questo devi sentirti libera di fare come vuoi.
detto questo, io ovviamente aspetto un tuo ritorno!
e spero, soprattutto, che tu ritrovi la voglia di studiare perchè è una cosa che a te piace tanto!
un abbraccio, paola

Federica ha detto...

e quando tornerai sappi che c'è una cosina che ti aspetta da me!