domenica 29 maggio 2011

pensieri a casaccio da imprimere prima che sbiadiscano

sono esattamente le 06.16 di una domenica mattina come tante.
ed io sono sveglia dalle tre, un grilllo attivo e privo di sonno.
non sono in ansia, assolutamente.
è solo che volevo dormire almeno un po', dai!
Domani si parte. Bella Genova, bella Liguria.
la Liguria è una terra che ho sempre amato, un po' per la focaccia un po' per il mare.
Un po' per i suoi borghi in cui nei negozi trovi di tutto in un ordine improbabile.
un po' per la sua aria d'Italia, perché nonostante da casa mia al confine ci si impieghi dieci minuti, da me l'aria d'Italia non si respira assolutamente.
mi sto affezionando morbosamente a Guerra e pace. non so bene come farò in gita, ma tant'è.
è che un libro così se non lo leggi ti perdi un mondo. Un mondo fatto di salotti aristocratici, di mazzi di fiori regalati secondo una precisa etichetta e di graziose signorine di Pietroburgo che si radunano attorno aal clavicembalo.
ma è fatto anche ti danto altro. di sospiri languidi dietro ai paraventi, di amori che si consumano per anni, di amori he invece sono totalmente assenti, di rabbia repressa e di tanta poesia che si respira nell'aria.
e dire che avevo paura di affrontare questo mattone... Certo, diciamo che le descrizioni della campagna di Napoleone in Francia posono risultare un po' (a volte terribilmente) sfiancanti, però basta saltare qualche pagina, cosa che ti regola non faccio MAI.
non si può ignorare un tale classico!
non si può, non si può, non si può!
ok la smetto. di delirare.
Comunque...
Ho visto l'Attimo fuggente.
Il mio prof di'italiano ci ha costruito un'intera lezionesopra con le sue citazioni sulla poesia.
ad un certo punto si è alzato in piedi sulla cattedra, proprio cme il prof del film, e ha detto:
"è proprio quando si crede di saper una cosa che bisognerebbe guardarla da angolazioni diverse." Ok, il merito non è tutto suo, bensì del film, ma il coraggio di averci provato secondo me è stato notevole, dai!
Allora ho visto il film. Ok, delle dinamiche degli alunn del College m'interessava poco, anche se alcuni punti sono commoventi.
ma questo prof. Keating, con il suo modo di fare lezioni da poeta rivoluzionario, mi ricorda tremendamente il mio prof di italiano. E poi col suo:
"Non scriviamo poesie perché è carino, ma perché siamo membri della razza umana." Mi ha spiazzata non poco.
Altra cosa successa in questi giorni è il mio ritorno ai classici disney. No, non sto scherzando. Mi sono rivista "la bella e la bestia" (che è sempre il migliore) e vari altri cartoni della mia infanzia.
Strano a dirsi, a parte le bellissime canzoni, quelli più classici (Cenerentola, Biancaneve, la Sirenetta) non mi hanno scaldato il cuore, anzi.
Sarà che io quand'ero piccola avevo deciso che sarei stata un maschio (lo giuro), ma nemmeno l'attrattiva dei balli nei castelli sfarzosi mi attrae tanto.
abbé, non voglio vivere da principessa dei cartoni animati. mi accontento di fare la Teiera parlante, che è più simpatica oppure una delle sorellastre di Cenerentola, che a fare il personaggio cattivo mi diverto di più.
Ok, sono le sei del mattino e sto impazzendo letteralmente. Sarà la mancanza totale di sonno, oppure la dose di Guerra e Pace che mi sono iniettata stamattina, ma il mio cervello non sta funzionando a dovere oggi.
la pianto di imbrattare questa pagina bianca, e mi riprometto di scrivere durante il giorno perché sono più lucida e perché voi la Minerva in versione demenziale non l'avete mai vista e no, non ci tengo a mostrarvela, grazie.
Vabbé comunque domani parto... Scriverò un post corposissimo mercoledì, direi.
Quando viaggio è sempre così: immagazzino odori, sensazioni, ricordi.
Credo che se non fossi cieca la mia passione sarebbe la fotografia. Disegnare no, è troppo simile alla scrittura.
Ma rubare gli istanti senza l'ausilio delle parole è una cosa invitante. è per questo che scrivo, oltre che per dare un ritmo ai pensieri. Scrivo perché è il mio modo di vedere, di aver nitide delle immagini da toccare con mano e da far ascoltare.
Chissà cosa penserò di Genova... Mi farà schifo, oppure la troverò bellissima?
lo scoprirò domani, direi.
baci
minerva

Nessun commento: