mercoledì 11 gennaio 2012

Stasera, dopo un abbozzo di conversazione coi miei, ho pianificato il mio futuro.
Mi metterò con un musicista. Nonostante non mi piaccia particolarmente suonare o "farne", di musica, l'ascoltarla e le figure dei musicisti tormentati sono troppo affascinanti.
Ho anche deciso che sarà identico in tutto e per tutto a Brian Jones dei Rolling Stones. non è esattamente un adone dalle descrizioni che mi son state fatte, ma i capelli negli occhi e quell'aria "poetica" che mamma ed io troviamo in lui è fantastica (e poi Brian è morto, ed io gli unici poeticantantiartisti di cui mi sono innamorata eran irrimediabilmente morti)
Questo tizio suonerà la chitarra in un gruppo sconosciuto, ho deciso anche questo. Gruppo sconosciuto, ma di una genialità incompresa.
Proverò a portarmelo in casa, ma la mia famiglia mi rinnegherà ed io andrò a vivere nelle soffitte di qualche palazzo in qualche metropoli italiana, o magari a Londra o Parigi.
Il Tizio tuttavia si stancherà presto di me. Mi tradirà di continuo e trascorrerà le serate suonando nella speranza di diventare un nuovo John Lennon (anche perché mi sarò innamorata di lui per quel motivo).
Lui sarà dipendente da tutte le sostanze legali e non possibili, ne sono sicura.
Lo lascerò verso i trent'anni e tornerò a casa, a piangere dai miei ed a dire: "mamma, avevi ragione tu...".
Ah, nel frattempo il tizio mi ha derubata di tutti i soldi possibili immaginabili.
Qualcuna di voi mi ospiti quando migrerò con Johnbrian (il soprannome del tizio) per l'Italia alla ricerca di una dimora fissa e di un po' di cibo?
Con questo post non voglio accusare i musicisti d'esser tutti uguali, il loro stile di vita o cose del genere.
Solo che mi son ritrovata ad esagerare un po' gli stereotipi e conoscendomi, sarei capace di questo ed altro se un tizio mi affascinasse.
Ed a mia mamma, quando mi ha chiesto perché non mi piacesse Elvis (che secondo lei è un angelo caduto dal cielo, non ho capito perché) ho risposto "è troppo poco contorto, mamma".
Sto creando degli scenari per il mio futuro notevoli, eh?
Baci a tutti (e fra meno di dieci anni preparatemi una stanza in cui dormire con il Tizio)
Minerva (sono fuori come un balcone, stasera)

2 commenti:

Lunga ha detto...

fantastico, potrebbe essere la trama di un libro, pensaci!!!

Alice nella Milano delle meraviglie ha detto...

Hahaha!!! Ti manca la notte in gabbia dopo che ti sei sbronzata in un bar, hai fatto partire una rissa, tutto perche' eri incavolata col musicista!!!