lunedì 3 settembre 2012

first day

Il cielo era grigio, oggi.
Un primo giorno di scuola con la pioggia, poi, non l'avevo mai visto.
Davvero. Tante altre volte minacciava mal tempo ma, alla fine, uno squarcio di sole è comparso.
Oggi no.
Sì, è stata una giornata piena e sono soddisfattissima.
-Sono entrata da sola, traumatizzata dai gavettoni uova e farina (non dite niente, gli scherzi ai primini son così), ma per fortuna sono talmente carini che vedendo il bastone mi hanno risparmiata. Sono stata centrata in pieno da un gavettone al ritorno da scuola, ma dettagli e, perlomeno, quello conteneva solo acqua.

Sì, sono arrivata al distributore.
E sì, ancora, ho trovato la vice direttrice ad aspettarmi ed è stata gentile e carina, accompagnandomi fino alla mia classe.
Ed eccola lì, la prima L.

Spauritissimi, che manco parlavamo (io il pomeriggio ho iniziato a parlare a macchinetta).
Eravamo lì, che ci conoscevamo praticamente a stento, in gruppetti di due-tre persone che parlavano piano, quasi temessero di attirare l'attenzione.
Sembra una classe di persone tranquillissime, questa qui.
Solo T., un ragazzo che ha ripetuto il primo anno e porta una lunga coda ed ha l'aria da ragazzo strafottente (che a me in genere non piace, ma magari può spronarci a parlare) parla un po', anche a sproposito.
Iniziavo a pensare fossimo tutte belle statuine, me compresa.
Nessuno mi si è seduto vicino. Il computer li ha traumatizzati.
Però ho le mie due ex compagne di scuola nel banco subito accanto al mio e, tra una lezione e l'altra, parlo spesso con V. Che sia l'inizio di un'amicizia?
Ci intendiamo piuttosto bene, ha un bel modo di fare ed abbiamo in comune la passione per la lettura, per il resto non so.

hO un orario allucinante. Del tipo che ho pause pranzo risicate e non so come farò ad andare a casa e, francamente, dovrò farmi andare di traverso il pranzo.
Però, per il resto, sono contentissima.
Al mattino siam stati con la nostra prof di inglese, nonché docente di classe. Ha un modo di fare dannatamente asciutto, non si perde in chiacchere e manco ci ha fatti presentare. Eravamo tutti molto disorientati, da questo punto di vista e siccome conoscevo tre persone...
L'atmosfera si è intiepidita il pomeriggio, decisamente.
Un'ora di matematica con quello che, già lo so, sarà il mio futuro incubo per quattro anni (in Svizzera on quattro).
Prof severo, fin troppo deciso, che non tollera distrazioni. Ed in più, cosa che un po' mi sconcerta, non tollera la mia insegnante di sostegno. Non vuole che stia in classe, e per matematica lei è indispensabile. Argh, speriamo di riuscire a fargli cambiare idea perché sembra molto infastidito ll'idea che ci sia lei.

Però perlomeno sembra spiegare in maniera chiara e bene.
Ho visto le sue schede e son precise, ordinate e senza errori di italiano (sì, il mio ex prof di mate ne faceva a profusione).

Ultima ora, italiano.
Io lo sapevo, che il mio prof delle medie mi sarebbe mancato tanto. Lui con i suoi impermeabili giallo canarino e la parlantina a mitraglia, con la sua vocazione da "prof alla Attimo Fuggente" e gli appunti dimenticati e puntualmente finiti in posti assurdi.
Sì, mi manca anche oggi.
Però questo prof qui non sembra male, davvero.
è riuscito a creare un'atmosfera rilassata e distesa, in classe e, per grazia di Dio, ci ha fatti presentare uno ad uno facendo dire ad ognuno di noi qualcosa di sé, cosa che ha contribuito, perlomeno, a creare un clima quasi amichevole, in questa nuova classe.

Io non sono riuscita a fare a meno di farmi notare dichiarando di voler fare la scrittrice. Ci mancava che il professore di italiano mi facesse l'interrogatorio.
Comunque lui sembra bravissimo. Spiega bene, si fa ascoltare più o meno da tutti e, a parte un certo fanatismo religioso che non mi piace tanto (fa parte di uno di quei partiti-setta che dalle mie parti van un po' di moda), sembra essere un ottimo insegnante.
E con questo, davvero, è tutto.
Minerva

2 commenti:

Federica ha detto...

evviva!!

mi sembra che sei partita alla grande!!! :)

Zazee ha detto...

Beh, il fatto che vi abbia lasciato capire fin dal primissimo giorno che da parte di una setta religiosa non è un ottimo segno... di che movimento si tratta, fra l'altro?
Comunque sono felice di sapere che il primo giorno sia andato tutto sommato bene. E il secondo, e il terzo?

Zazee - che non aveva mai commentato ma ti legge da tanto