mercoledì 19 febbraio 2014

san remo 2014 parte 1 ovvero: il mondo piange

“Se dovessi scegliere una canzone per descrivere questo san Remo mi viene solo in mente “Il mondo piange”, una delle canzoni di Irene Fornaciari, la figlia di Zucchero per intenderci (io tendo a scordarmi che abbia un nome ed un cognome, povera), che è stata cantata nel san Remo 2010, che è il mio preferito, anche se non so perché. So tutte le canzoni, ma proprio tutte, di quell’edizione, e me le ricordo ancora quasi a memoria. Anche quelle che mi fano schifo, tipo Pupo col principe, io le conosco. Ecco, di questo san Remo 2014 non mi ricorderò una canzone, già me lo sento. Dell’anno scorso mi sono vagamente rimaste impresse la canzone mononota di Elio, quella di Mengoni con cui la mamma è fissata e quella dei Modà. Degli anni prima solo Vecchioni, arriverà di Emma e dei Modà, non è l’inferno di Emma e qualcos’altro. Ma temo che di quest’edizione non mi resterà in testa proprio niente. Cosa posso dire di questo san Remo guardato per metà che poi dovevo andare a letto per via dell’interrogazione di biologia di oggi? Che la mia parte preferita è stata l’omaggio a de André. Lui è il mio eroe, adoro le sue canzoni e il suo modo di pensare, e sono stata contenta che l’abbiano omaggiato, anche se queste cose in televisione non mi fanno impazzire. Però creuza de ma (non riesco a mettere l’accento giusto, sorry) è creuza de ma, e a me piace davvero tantissimo, e non lo so, è stata la cosa più magica di tutte, l’unica cosa davvero magica di tutto il festival. Dei due che protestavano, non so cosa dire. Ero agghiacciata, quando ho visto la scena. Poi io non lo so, se fosse una montatura o meno, se il servizio di sicurezza sarebbe dovuto intervenire o no, ma la scena è stata…. Agghiacciante, non so perché. E ho pensato che sarebbe stata un cattivo auspicio per il festival e non solo, anche se è il pensiero più stupido da formulare, in questi casi. Le canzoni hanno fatto pena, tanta. Io sono arrivata a Gualazzi, poi papà ha decretato che andava a dormire, perciò ci siamo ritirati tutti. Però non lo so, mi è sembrato un festival veramente triste. Cat Stevens, che avrei voluto vedere, me lo sono persa perché dormivo già da un bel po’. La modella francese, francamente, era terrificante. E povero Modugno, dico sul serio, si sarà rivoltato nella tomba. Meraviglioso è una delle più belle canzoni di sempre, per me, e Laetitia o come cavolo si scrive non doveva cantarla, no. Arisa non mi piace, non mi è mai piaciuta davvero, e fra me e lei non c’è feeling. Il rapper dal nome che non ricordo non mi è piaciuto, non amo il rap e non ho capito se il testo della canzone, almeno, fosse degno di nota o no. Antonella Ruggero… cos’ha cantato? Io non ho seguito una parola di entrambe le canzoni, giuro, mi sono persa. E in quanto a Gualazzi l’ho sempre trovato carino e più bravo di altri, ma questa volta era noioso in maniera indicibile. Boh, francamente mi aspettavo qualcosa di meglio. Confido in questa sera, e…. Noemi deve vendicarci. L’ha coniata la mia migliore amica, questa frase, quando ieri commentavamo il festival su skype. E stasera sapremo se ci ha vendicate o meno, e lei è la mia speranza. Io domani ho un compito di biologia abbastanza vitale. Ma stasera guardo il festival, e chissenefrega della biologia. Baci

2 commenti:

Federica ha detto...

Anche io spero in noemi.

Lila ha detto...

Io ho distrattamente guardato la prima puntata fino a De André credo. Le canzoni un po' così, gli ospiti mah, lo spettacolo boh.
Devo dire che se non ci fosse stata la Luciana, avrei tranquillamente continuato a guardare non sapevo di essere incinta su real time ahahahah
Ciaooooo