mercoledì 30 settembre 2009

francese

domani ho un compito in classe di francese. io adoro questa lingua, ma la trovoveramente complessa, e mi perdo moltissimo. le lingue non sono il mio fort, tranne l'italiano, la mia materia preferita.
il compito in classe non è arduoissimo, ma ne ho paura.
e poi, domani ho musica, ci farà ascoltare tutto il olero di ravel, che dura venti minuti, ma sopravvivo secondovoi o mi addormento?
il buonumore di ieri è passaot, non ho voglia di parlarne.
ultimamente le giornate sono bellissime, 25 gradi, un sole abbastanza caldo, un cielo blu chiaro.
proprio delle belle giornate!!!
ma perché nessuno commenta? non voglio obbligarvi, sono solo curiosa di sapere cosa ne dite, se devo chiudere questo blog.
E comunque, un saluto
a presto, se arrvo salva dalla verifica
Minerva

martedì 29 settembre 2009

giornate magiche

ci sono giorni che iniziano in modo non proprio eccelso, continuano serenamente e finiscono in maniera stupenda, come oggi. una corsa a scuola, una verifica a sorpresa, e poi, uno scambio di battute con un insegnante che mi ha regalato molto. diciamo, questo insegnante mi dona sempre delle cose, insegna la mia materia preferita e per me è un appoggio valido su cui contare. se mi leggi, professore, anche se ne dubito, sappi che sono sincera.
diciamo, mi fai sempre sorridere, mi regali una battuta pungente nelle giornate grigie e stanche, sei una persona squisita.
e poi, sei un lettore, come me, di libri, ma di anime. sei una persona arguta, è una cosa da dire.
a voi lettori esterni, basti sapere che oggi è stata una giornata magica, come ho scritto nel titolo. e mi sento un po' svuotata, stanca ma sorridente. soddisfatta sì, di cos amanco lo so.

lunedì 28 settembre 2009

avrai (claudio baglioni)

mi sono imbattuta in questa canzone, un mese fa o giù di lì, e non me ne sono staccata.
questa canzone stupenda è avrai di claudio baglioni, uno di quei cantanti che adoro da poco, ma che mi sembra di amare da sempre.
vista la mia incapacità con l html, mi limito a scrivere l'indirizzo.
http://www.youtube.com/watch?v=F_IeAUj2NQ0
per voi mamme è ancora meglio, da dedicare al vostro cucciolo, io la reputo migliore di per te di Jovanotti, ma de gustibus.

domenica 27 settembre 2009

piccoli approfondimenti

oggi ho studiato, per la verifica di domani.
eppure mi sento in colpa, non so per cosa.
è strano aver aperto un blog per parlarvi ella mia cecità, e poi ve ne ho parlato in un solo post.
forse è meglio recuperare.
beh, un quadro generale è l'ideale.
la prima cosa che mi sento di specificare è che non vedo nero: me lo chiedono tutti, ma non è quando si ha gli occhi chiusi. io non vedo nero, non vedo proprio neiente, nulla.
poi, come ho già detto, leggo in braille. è una scrittura composta da sei puntini, che disposti in ordini diversi formano le lettere. se voi provaste a toccarli, al tatto non distinguereste niente, ma vi assicuro che ci si fa la mano.
scrivo con il computer, a scuola uso quello e sono alla pari con tute le materie. il computerè dotato di una barra braille, se volete approfondire di cosa si tratta vi conviene cercare su google, perché io sono un impiastro nel spiegare queste cose, il computer ha una sintesi vocale, una voce che mi legge quello che c'è a schermo,io preferissco usare la barra braille.
per alcune materie, come matematica, sono un pochino svantaggiata, soprattutto nell'ambito geometrico, ma esiste un tipo di carta speciale per riportare i disegni, ma comunque resta tutto molto complesso. per una materia come disegno ho la fortuna di avere insegnanti bravissime, anche se la materia non mi piacerà mai, riesco più o meno ad avere un quadro generale di cosa stiamo parlando.
il sistema numerico in braille è composto così: le prime lettere dell'alfabeto, a (1), b (2), c (3) 3 via dicendo fino alli, poi lo 0 è la j, e poi le lettere sono una accanto all'altra, pr spiegarvi, undici è aa, dodici è ab, tredici è bc. per distinugere i numeri dalle lettere c'è un segno apposito.
io uso il bastone bianco per spostarmi, ci riesco all'interno della sede scolastica, ma i percorsi all'esterno sono una cosa tutta da provare. uso molto internet, il computer e simili perché non ho grandi svaghi, ma non sottovalutatemi, è anche una questione carattriale.
esistono molti piccoli aggeggi per facilitarci l'esistenza , per esempio: righe, squadre, goniometri e compassi con apposite tacchette per misurare, bilance parlanti, un apparecchietto che legge i colori, orologi braille, portafogli appositi, un piccolo oggetto che legge le banconote, un cellulare apposito, e poi, apparecchi un po' più specifici, come, lettori mp3 apposta, (gli ipod no), gps parlanti.
forse vi viene in mente se ho il cane guida, non ce l'ho, bisogna aspettare i diciotto anni e comunque devi suuperare un esame,s criverò un post in seguito. mi piace avervi tormentati, ma dopotutto, vi devo spiegare qualcosina.
le domande sono ben accette, se vi fossero quesiti curiosi, scriverò un post relativo ad essi oltre che a rispondere nei commenti.

sabato 26 settembre 2009

settembre

settembre è uno dei miei mesi preferiti, non il mio preferito, preferisco aprile, giugno e dicembre, ma settembre è cmunque un mese veramente bello.
io non vedo le meraviglie della terra in questi mesi, ma comunque, il mondosi riempie di aromi, il profumo della terra smossa, l'aroma del muschio, quegli odori umidi e freschi al tempo stesso.
e settembre è andato, sta andando. ed a me ottobre proprio non piace. non perché io abbia dei brutti ricordi legati a questo mese, anzi, ma ottobre mi riempie il cuore di uno strano senso di non ritorno, mi sembra di cadere in un baratro.
questi sono stati gionri un po' tristi, molto tristi, ma comunque non ne voglio parlare.
oggi ho ricevuto il mio terzo commento, della santa Marty, sei un tesoro, tu e mamma f che avetre commentato, ma anche voi lettrici e lettori del mio blog, mi sa che siete inesistenti. comunque, sono un po' paranoica e dansiosa, vabbé.
uio non capisco perché scrivo dei post lunghissimi ed inutili, forse perché adoro scrivere.
comunque,ho trovato una bellissima canzone, sara di antonello venditti, dovete ascoltarla, soprattutto voi mamme!!!!
Un bacio
MInerva

venerdì 25 settembre 2009

re artù

quest'anno mi è toccato re Artù ed i cavalieri della tavola rotonda da leggere per italiano.
io da bambina avevo visto la spada nella roccia, e ne ero rimasta abbastanza soddisfatta, anche se il mio preferito fra i cartoni era la sirenetta.
Quest'anno ho cominciato a leggere re artù ed i cavalieri della tavola rotonda, inutile dire che ne sono rimasta folgorata.
anche se ho iniziato tardi a leggere in braille, ho divorato romanzi, dalla quarta elementare leggo libri per adulti, ho letto i libri del commissario montalbano a dieci anni, non lo dico per vantarmi, ma per darvi un'idea di quanto posso essere matta.
e r artù mi ha letteralmente entusiasmata, la leggenda britannica, la spada nella roccia, le battaglie, le principesse belle e diafane.
mi è sembrata una fiaba per adulti, e poi mi affascina il linguaggio ed il lessico dell'epoca.
lancillotto, Ginevra, la fata del lago, mago meerlino, i re fedeli di re artù.

mercoledì 23 settembre 2009

arghh, uccidetemi

studio dalla una. basta.
prima due ore di italiano, adesso quasi tre di mate.
maio impazzisco, poi quest'anno è tutto così? vabbé che mi sono portata avanti tantissimo con il libro di italiano, dieci cpiaotli in più, ma mi hanno rubato mezzora massimo.
basta.
e domani ho ancora francese, tedesco, il tema di italiano e mate. mi sento male. molto male.
ma nessuno commenta? per favore!!!!!
clemenzaaa!!
un saluto
Minerva

martedì 22 settembre 2009

laura the best

ieri leggevo una news interessante: la mia amatissima laura pausini è stata nominata per il terzo latin Grammy Awads!!!! è stata nominata, non lo ha ancora vinto.
e vabbé, anche se non lo vince è comunque una star di calibro notevole ed impareggiabile.
a voi piace la pausini=
io impazzisco, se non si era capito.
beh, lei è una cantante che può sembrare commerciale, ma mi piace perché ci mette l'anima nelle canzoni, non cme altri cantanti,c ome la tatangelo, che proprio non reggo, non me ne vogliano i fan.
Beh, è un post breve, sono di fretta.
hei, commentate, please!!!!
bacio
Minerva

lunedì 21 settembre 2009

autunno

oggi è ufficialmente iniziato l'autunno. vabbé che era già iniziato una settimana fa, ma comunque è sempre una data strana l'inizio di una nuova stagione. l'autunno è una stagione in cui io mi deprimo, eppure è dotata di dei bellissimi colori caldi, che anche se io non vedo, m i vengono descritti.
sarà la scuola che ricomincia, saranno i compiti che riprendono, sarà la pioggia che ricomincia, fattostà che a me l'autunno non dispiace, la prma parte dell'autunno sì, ma novembre proprio non mi piace, anche se io compio gli anni in quel periodo. ricordo il compleanno dell'anno scorso, fu il giorno in cui iniziò a nevicare, era una neve acquosa, che mi rese felice.
la cosa che non mi piace dell'autunno è il non poter uscire in centro, a causa della pioggia, io adoro il mio borgo vecchio, anche se vivo in un paesino abbastanza piccolo, il borgo è bellissimo. i negozi fanno un po' pena, ma la gente, ilo dialetto che anche se no parlo reputo una tradizione importante, tutto mi sa di magico.
un saluto autunnale
Minerva
p.s: ho visto un calo nei commenti, anche se ci sono lettori in questo blog, non siate timidi, commentate numerosi!!!!

sabato 19 settembre 2009

musica

una cosa che per me conta moltissimo è la musica. è qualcosa di speciale , che mi è rimasto dentro. vabbé che in famiglia la musica è nel sangue, io non ho doti particolari.
io volevo chiedervi aiuto per una colonna sonora, una colonna sonora per i momenti particolari.
consigli?
ovviamente visto che sono difficile ci sono alcuni requisiti.
1. dev'essere in italiano: amo questa lingua, le canzoni in italiano moltissimo.
2. per favore, melodica: no al rap, non lo reggo.
3. la melodia non deve essere troppo frenetica.
4. per il testo va bene qualiasi cosa, anche il melenso, ma non esagerato, va bene anche il grintoso, purche la melodia non sia troppo agguerrita.
5. per favore, evitate i duetti uomo-uomo, vanno bene i donna-donna melodici o i uomo-donna.
6. per favore, nn canzoni scritte per eventi particolari dmondiali, per esempio domani dedicata ai terremotati.
Consigli?
Grazie in anticipo.
Minerva

venerdì 18 settembre 2009

le gaffe

ed eccoci al secondo post, nesun commento, ma non dispero, magari qualche anima pia leggerà.
questo post lo voglio dedicare a quelle persone che involontariamente hanno fatto gaffe bestiali o meno a proposito della mia cecità.
Gaffe è un termine generico, alcune non sono gaffe, ma comportamenti scorretti.
1. il classico "indovina chi sono?": dovrei dedicare un intero post a questo argomento, ma comunque. anche persone che conosco da tempo, oppure professori che avevo appena conosciuto, si dilettavano nel chiedermi i"indovina chi sono?". io, anche se stanca di questo giochino, per un po' feci buon viso a cattivo gioco. anche alcune delle mi più care amiche lo anno tutto,ra, ma ci hanno quasi rinunciato. comunque, ricordo che quando un professore me lo chiese, io gli risposi il ^nome di una star del cinema, non ricordo più cchi. comunque fu divertente assistere alla scena, il docente ci rimase male, ma durò poco. adesso io rispondo a tutti, sono cieca, ma non scema.
2. chi si dimentica che non ci vedo: ha due varianti. la prima, quella che mi da moto fastidio, è quando mi indicano, per esempio quando vogliono darmi la parola. oggi, per esempio, un docente i indicava febbrilmente, io non vedendolo non rispondevo, ma comunque lasciamo perdere. altri, continuano, guarda bene lì, o cos?i via. una cosa che invece non mi da fastidio, anzi, è quendo mi chiedono se ho visto qualche buon film, perché mi considerano normael.
3. una mia insegnante, un giorno, chiese: ma siete tutti orbi in questa classe? ricordo di averle risposto$: cosa ci posso fare?
io, che sono una persona già di per sé logorroica, rischio figuracce a non finire, parlando di una persona, senza accogermi che è lì davanti a me, ma la gente che mi conosce bene ha imparato ad avvertirmi con strette di mano o con graffi improvvisi. io ironizzo molto su parecchie cose, come ad esempio uso sempre: mi fido cecamente, non ci vedo più dalla fame o simili. invece mi da molto fastidio quando involontariamente io o terzi dicono ho visto e colui che mi ascolta mi fa notare l'errore.
Un'altra cosetta: le persone non vedenti, non tutte, tendono molto a premere i propri occhi verso l'interno^con le dita, è una cosa che non andrebbe fatta, ma una cosa che mi da molto fastidio è quando terzi, non autorità come mia madre od un docente, mi rimproverano.
queste prime pagine sono veramente noiose, lo so, ma d'altra parte, prima di narrare fatti avvenuti adesso devo riassumere qualcosa.
visto che oggi sono prolissa, scrivo qualcos'altro.
io, anche se non ci vedo, sono in una scuola normale, con compagni vedenti e che non hanno anomalie particolari, antipatia a parte.
quidni, sono equipaggiata di un computer apposito, non so se avete presente il braille, quella scrittura cono i puntini, io leggo così. dedicherò un post, su questo argomento, ma comunque sappiatelo. per alcune materie ho maggiori difficoltà, matematica e disegno, eppure seguo tutti i corsi senza grandisimi problemi.
ho la fortuna, di avere un corpo docenti fantastico, quindi, non ho grandi problemi.
per quanto riguarda la mia vita al di fuori della scuola, posso far emolte cose, certo, un corso di disegno non ha senso, io ho seguito lezioni di musica, seguo un corso di teatro. nonn ho passatempi come il calcio o hobby manuali, ma comunque leggo moltissimo, grazie ad audioliibri ed ai libri che scarico da internet. l'autonomi personale è un discorso a parte, più o meno riesco a fare di tutto, ovviamente tranne guidare e cucinare piattia ssai complessi.
dopo questo post chilometrico, vi lascio.
Minerva

giovedì 17 settembre 2009

di me, minerva.
Chi sono? perché ho deciso di aprire un blog?
sono emozionata, devo scrivere qualcosa. qualcosa che possa far capire, ad eventuali lettori, il perché di questo blog. sono MInerva, una ragazza non vedente che ha deciso di descrivere le esperienze che ha vissuto, di dare deis uggerimenti o semplicemente di scrivere un po' di aneddoti divertenti. questo blog non è un corso, un manuale o quant'altro, è semplicemente uno spazio dove intendo riportare, senza la minima frequenza, fatti ed aneddoti che ho vissuto in prima persona. io, prima che non vedente, sono anche una persona con un carattere, equindi, io non voglio prestar la voce di tutti inon vedenti, ma solo ed unicamente di me stessa.
A volte potrà capitarvi di non capire esattamente ciò che scrivo, perché uso termini tecnici inconsapevolmente, quindi, scusatemi in anticipo.
NOn resta che dirvi, buona lettura.
Minerva